IL KALI FILIPPINO
                                          Il Kali, chiamato anche Arnis de Mano o Escrima, è una disciplina    
                                            marziale nata nelle isole Filippine in tempi remotissimi. L’uomo                                                   bianco, e più precisamente gli spagnoli capeggiati dal  condottiero                                             Ferdinando Magellano, conobbero a loro spese l’efficacia di                                                         questo metodo di combattimento. Lo stesso Conquistador                                                           Magellano, nel 1521 verrà ucciso e l’invasione spagnola fermata        da un gruppo di guerrieri filippini, guidati da Lapu Lapu, eroe di Mactan.
Nelle zone a nord dell’arcipelago, conquistate dagli spagnoli, qualsiasi forma di arte marziale come l’uso di qualsiasi arma sarà proibita, ma la fantasia del popolo filippino, non rimanendo legata ad una legge imposta dal popolo invasore, trasformò il Kali in una danza folkloristica, con musiche ed movimenti ritmati nei quali si celavano e venivano insegnate le tecniche più efficaci.
La trasformazione in una danza e il legame con la musica ha fornito al Kali una fluidità di movimento ed una conoscenza del ritmo che ha notevolmente arricchito al disciplina. La mentalità aperta e l'atteggiamento di chi sceglie in diverse dottrine ciò che è affine e cerca di armonizzarlo in una nuova sintesi, tipico dei maestri di combattimento filippini, ha permesso di estrapolare dalle arti marziali con cui sono venuti a contatto ciò che poteva accrescere il bagaglio tecnico: il Kung Fu cinese, il Judo e l’Aikido giapponese, la scherma spagnola.
Una caratteristica fondamentale di questa disciplina è l’enfasi che pone sul settore armato, sia nella filosofia che nella didattica: nella didattica quando si impara il maneggio di un’arma (in particolare del bastone) i principi appresi possono essere trasferiti a qualsiasi altra arma, oggetto ed addirittura al combattimento a mani nude.La filosofia che sta alla base di questa scelta è che l’uomo armato è in vantaggio sull'uomo disarmato. 
Questa disciplina è articolata in diversi settori o aree che sono legate intrinsecamente tra loro e che vanno coltivate tutte parallelamente, tra i principali citiamo:bastone doppio, bastone singolo, coltello singolo e doppio, spada e daga o bastone e coltello, bolo o machete, armi flessibili, dumog, armi occasionali e mani nude.
manifesto kaliKali
20 fronte maglietta
181252_321475751263858_1621720171_nDSC_0154bDSC_2355b190562_1732012414112_1052552168_31580944_5953337_nb
News:
Tutorial Kali
Le basi del Kali-Arnis-Escrima spiegate nelle famiglie di colpi e nelle serie da poter allenare da solo anche prima di incominciare un corso...
Isam Milano. Palestra MOLONLABE Piazzale Carrara 19, Milano. Info: Francesco Roviaro isammilano@gmail.com - fraro77@gmail.com - Tel 338 1702163 - Milano 2015
Create a website